rossaurashani

Alcune riflessioni sul viaggio di Natale (di Rosa Calderazzi)

In amore, Viaggi on 18 gennaio 2015 at 11:48

shuhada

Dopo 27 anni ho deciso di ritornare in Palestina, invogliata anche dalla presenza di Luisa Morgantini, che ci aveva accompagnato in un viaggio di solidarietà e conoscenza nella stessa area (ma allora eravamo stati 1 mese lavorando e viaggiando e facendo base a Taibeh, al confine con Tulkarem).
L’impressione che ho avuto nel viaggio attuale è stato di grande sconforto per l’impossibilità di vedere una soluzione. Ho rivisto ieri le diapositive scattate nel 1987 e sicuramente le colonie erano molto meno, la devastazione territoriale anche e l’emergere di una lotta (pacifica e di massa) dava speranza. L’autorità palestinese, l’OLP, bene o male rappresentava la guida unica e riconosciuta.
Oggi, come spiegato da Michele Giorgio, la prima difficoltà è proprio la mancanza di un’autorità riconosciuta da tutti i palestinesi delle diverse fazioni e che riesca ad essere interlocutore valido e radicale del governo di Israele. I recenti fatti di Parigi, poi, complicano ancora la situazione, ma staremo a vedere: viviamo in tempi di cambiamenti repentini…
Però mi ha dato speranza, oltre alla resistenza puntuale e minuta sui diversi aspetti della vita, dalla terra alla musica, all’educazione, ecc., la nascita dei Comitati popolari che, come sentito, sono il riferimento locale, organizzano la resistenza non violenta, e penso fatta non solo di pochi militanti, si occupano dei mille problemi della vita di ogni giorno. E ciò è indispensabile per vivere, per mantenere accesa la speranza, per radicarsi nel territorio, per preparare la lotta. Ci hanno raccontato che si sono organizzati in un Coordinamento nazionale che raccoglie i Comitati già esistenti e che sicuramente aumenteranno di numero, un Coordinamento eletto, composto di 5 persone, di cui alcune donne.
Dà un po’ di speranza anche – nonostante la deriva integralista di destra della gente israeliana – l’aumento del numero e delle azioni dei militanti israeliani pacifisti che cercano di resistere all’attacco del loro governo.

Rosa Calderazzi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: