rossaurashani

Tu chiamale se vuoi: emozioni…

In Senza Categoria on 22 giugno 2014 at 5:45

rossaNon c’è età, davvero, non ha tempo provare quella pruriggine dell’anima, quelle farfalle dentro allo stomaco, quel senso di attesa che sai che potrai avere tempo di soddisfare… ed è così che non può appartenere solo ad un tempo particolare, provare quelle profonde emozioni che assomigliano all’innamoramento, alla voglia di reiterarsi dei sentimenti nuovi, leggeri, senza responsabilità.
Ci si emoziona di fronte alla dolcezza di un tramonto, ad un profumo che ti porta indietro con il tempo, oppure avanti quando dietro di te di tempo ne hai ben poco da ricordare, ma sai che avanti, di tempo ne avrai e quell’odore è lì che lo troverai. Ti commuovi al sorriso di un bambino ed al ruzzolone di un gatto, al cucciolo che esperimenta la vita che credi ti assomigli, anche se ormai non sei più un cucciolo nella tua vita.
Guardi gli occhi di quel ragazzo, i suoi capelli ribelli e la bocca piena di quella ragazza, e la sua pelle trasparente che ti conquistano il cuore. Eppure lo sai che non sarà per sempre, eppure per te è come la prima volta, come se tu non avessi mai avuto un amore, mai ricevuto un fiore od un bacio. Per te è sempre la prima volta. Ci penso sempre, mentre sto lì a lungo a guardare le piccole variazioni delle onde del mare. Il tempo passa veloce, la neve si posa sui nostri sorrisi e poi torna primavera, una nuova vita ancora, nuove foglie nuovi fiori e sorrisi delicati e voglia di baci tenui e di tenerezza.
Siamo sempre pronti a ricominciare, cambiando come la pelle del serpente, quella scorza dura che avevamo provato ad indossare lungo l’inverno.
Ma le emozioni non hanno voce, anche se spesso vorresti essere tu a dargliela.
Le emozioni hanno colori che ti dipingono l’anima, ma solo tu li puoi disegnare e fermare su il foglio bianco del tuo sentire.
E le emozioni hanno sapori e profumi che ti rimangono dentro e sono le matrici del tuo desiderio di vivere.
Le emozioni sono un viso, una bocca, uno sguardo, una carezza, il primo sole dell’alba, l’odore dei biscotti, il freddo dolcissimo del gelato sulla lingua… il silenzio della neve, la voce del vento, l’odore del mare, un libro aperto a metà, la voce di chi ami, un ricordo lontano che ti pizzica il cuore, svegliarmi e trovare la tua mano… ecco il mio mondo personale, la parte bella della vita, quella che non voglio condividere perchè solo mia. Un piccolo atto di egoismo perché le emozioni non sono di tutti e non sono per tutti. Le mie non sono uguali alle tue, lo sai, lo so….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: