rossaurashani

Dove sono andati a finire i compagni?

In Anomalie, Giovani, Ironia, politica on 14 febbraio 2012 at 17:14


C’erano una volta i compagni.
Quando? -direte voi.
Molto e molto tempo fa. Erano belli i compagni, erano uniti ed erano di sinistra.
Sai che facevano?
Certo che lo so: lottavano contro i potenti per aiutare i più deboli, cercavano di creare sicurezza nel lavoro, di riuscire ad ottenere la parità dei diritti per le donne (anche se magari era solo teorica più che pratica), ma si sbattevano i compagni.
Da cosa li riconoscevi?
Ah bella questa! si vedevano subito, portavano i jeans, i maglioni grandi e gli eskimo, e poi i capelli, sempre lunghi e spettinati, la barba incolta, qualcuno si lavava, non tutti però, ma non avevano tempo da perdere i compagni.
Erano intelligenti i compagni?
Beh, non tutti, ma leggevano molto ed erano informati. Erano intellettuali e non si facevano fregare.
E le donne, come le vedevano le donne?
Le donne per loro erano compagne, erano come loro, lottavano e fumavano più dei maschi, bel tempo quello, le donne facevano i comitati, tenevano i comizi, altro che fare la calza, altro che sognare il principe azzurro.
Come si distinguevano dagli altri?
Facile, non si lasciavano comperare, erano puliti, integri, la lotta era la loro fede e non si piegavano mai. Non li vedevi mai vestiti da borghesi, sapevano parlare di qualsiasi cosa, di tutti i popoli in conflitto, della pace e del pacifismo, ma anche di rivoluzione, conoscevano la storia e la geografica, non avevano paura del sistema, loro il sistema lo avrebbero cambiato. Erano forti i compagni erano belli…
Ma spiegami dove sono finiti tutti i compagni?
….
Ecchecazzonesoio

Annunci
  1. In banca.
    Son finiti tutti in banca. :mrgreen:

  2. Per informazioni rivolgersi all’ufficio degli oggetti smarriti.
    No! non ho mai avuto un paio di jeans, né maglioni grandi e nemmeno un eskimo. Sì! capelli, sempre lunghi e spettinati, un po’ per pigrizia e un po’ perché era così e poi costava, andarci dal barbiere. La barba era una lontana speranza e sul lavarsi, a parte le occasioni, beh! stendiamo un pietoso velo. No! non avevo tempo da perdere e non ne ho; nemmeno per l’amore. Lì c’era la Rivoluzione. La grande utopia; o la grande illusione? Ma sono qui. Non sono finito in banca e il conto mi fa pensave al buco nero. Ma sono fortunato, intorno a me siamo uno in più, allora tu non sapevi distintamente di esserlo. Erano dalla parte giusta, e lo sono ancora. Nè incontro spesso. Oggi hanno un difetto, non sanno stare in più di uno. Dev’essere un virus di provenienza socialista. Ma sono ancora belli, e colorati. Se sei fortunata ne incontri per le piazze, a certi concerti. Mai perdere la fiducia. Che poi la rivoluzione mica da appuntamenti.
    Insomma, che fai, provochi?

    • Che fai ti giustifichi??? 🙂 Non stavo palando per te, anche se pure tu non è che ne vedi molti. Uno al mattino quando ti guardi allo specchio? Bene sei fortunato. Io non ci penso quando mi guardo allo specchio, ma ci penso quando guardo in giro, ognuno nella propria stanza, con le proprie paturnie e i distinguo.
      Però per favore non mi dire che ne vedi molti nelle manifestazioni o ai concerti… non è per niente vero, a partire dai capi in testa e da tutti quelli che dicono: “No, quelo non ca, questo nemmeno!” Non ho mai visto nessuno come chi si dice compagno a criticare e sputtanare un altro che si dice compagno… e quelli che si dicono i veri compagni sono meno compagni degli alri…
      Che fare? Diceva Lenin. Cambiamo parola o uccidiamo la sinistra? Che poi se dobbiamo rifondarla sarebbe una cosa buona. Forse dalle rovine rinasce migliore. Poi fossero entrati in banca, almeno potremmo sperare che non fossero così bastardi alla fine… ed invece…

  3. a quanto ricordo, le compagne non erano poi tanto “gli angeli del ciclostile” quanto ancora molto, troppo “angeli del focolare”. I duri e puri non lasciavano molto spazio alle donne. Sembra incredibile ma alcuni “compagni” pensavano che ci fossero ancora cose “da maschi!. Per fortuna non tutti. Anche io ho nostalgia, ma devo riconoscere che non era tutto rose e fiori.
    Con stima e simpatia
    Anna

    • Ciao Anna, hai ragione qui si generalizza 🙂 sulle donne poi c’è sempre molto da dire, soprattutto se ci riferiamo a quel fatidico periodo. C’erano molte compagne che si davano al ciclostile (anche se pure questo si potrebbe vedere come un’attività molto femminile) altre che cercavano se stesse nella difficoltà che sta tra l’autodeterminazione e la proiezione sociale del nostro genere). Personalmente ho iniziato allora il mio percorso politico e di genere che si è sviluppato con fasi alterne e a volte momenti difficili e forse anche di involuzione. Ma questa era la nostra crescita che si scontrava con i pregiudizi e i luoghi comuni maschile e la cattiva educazione.
      I compagni sembravano seguire schemi paritari, ma non era assolutamente vero che ci credevano. Ce ne sarebbero di storie da raccontare. I pochi che si mettevano in discussione non hanno avuto la vita facile (se per quello nemmeno con le donne stesse).
      Non era davvero tutto rose e fiori, ma almeno vedevo qualche compagno sbattersi per un’idea comune, oggi non è così, sono diventati quasi tutti pavidi e attenti al proprio tornaconto. Sulle piazze allora c’erano i politici di oggi, e gli intellettuali che scrivono gli articoli sui giornali di grande tiratura; dimmi tu se senti mai una sola parola di sinistra…
      ma lasciamo perdere, forse è meglio così, alla fine, come dicevo, da una distruzione forse rinascerà più luminosa che mai la fenice delle nostre idee.
      Grazie per la stima, che credo di contraccambiare 😉
      Ross

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: