rossaurashani

Quando il peso della Storia è insostenibile.

In Informazione, Le Giornate della Memoria, Nuove e vecchie Resistenze on 4 settembre 2011 at 12:40

Per non dimenticare Sabra e Chatila


La storia di Sabra e Chatila

Ancora oggi, nessuno ha mai pagato per questo crimine.
Il 31 dicembre 1983, il Presidente Sandro Pertini dopo essere stato sui luoghi del massacro, rilasciò questa dichiarazione:
“Io sono stato nel Libano. Ho visto i cimiteri di Sabra e Chatila. E’ una cosa che angoscia vedere questo cimitero dove sono sepolte le vittime di quell’orrendo massacro. Il responsabile dell’orrendo massacro è ancora al governo in Israele. E quasi va baldanzoso di questo massacro compiuto. E’ un responsabile cui dovrebbe essere dato il bando dalla società”

Annunci
  1. Pertini non faceva compromessi con la sua coscenza. Che grande uomo. L’Italia se lo sogna un altro così….

  2. Bellisimo post e soprattutto bellissimo il link e tutto il sito richiamato. Il link da una ricostruzione assolutamente esauriente dell’accaduto. Grazie (come sempre) Ross

    • Anch’io ho trovato il sito interessante e preciso. L’unica parte su cui non c’è notizia è che chi diresse la falange, finì sotto processo alla corte dell’Aja. Alcuni giorni prima dell’interrogatorio relativamente alle responsabilità di Israele e dopo che lui aveva parlato con due esponenti della corte sugli accordi con Sharon è stato assassinato. Così è finita la storia…
      Che tristezza.

  3. Quante cose dimentichiamo o qualcuno vorrebbe dimenticassimo…Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: