Mario

Chi non risica non rosica

In Anomalie on 27 settembre 2010 at 0:10

Me lo dicevano le mie amiche: A caval donato non si guarda in bocca. Figurati se ad Ottavio guardavo in bocca, mica solo perchè quello dei denti era il suo lavoro, ma era che la bocca non la apriva mai. Si sa che: Il silenzio è d’oro. E me lo ripeteva che: Un bel tacer non fu mai scritto. La cosa poi non era così piacevole. Perchè ad andar con lo zoppo s’impara a zoppicare e invece a me piace un casino parlare. Pertanto ho deciso di lasciar la strada vecchia per la nuova anche se mia madre sostiene che si sa quel che si lascia, ma non si sa quel che si trova. Poco male perchè Ottavio non se l’è presa troppo e mi ha detto: restiamo amici come prima di conoscerci. Si sa che chi trova un amico trova un tesoro, ma di amici come lui ne faccio volentieri a meno, sarà stato dentista però gli puzzava l’alito e io su queste cose non so chiudere gli occhi, anzi non so tapparmi il naso. Comunque è vero dai nemici mi guardi Dio che dagli amici mi guardo io. Così appena lasciato Ottavio mi sono messa con Antonio, un tipo alto e ben piazzato e nel suo genere bello, perchè altezza è mezza bellezza, ma con una testa da terrone. Con lui però, non è stata cosa facile, mai dire gatto se non ce l’hai nel sacco, non voleva saperne di diventare il mio ragazzo, lui voleva una donna dalle sue parti perchè donne e buoi dai paesi tuoi, ed io ero troppo settentrionale per i suoi gusti. Ma tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino, dagli oggi e dagli domani gli ho fatto capire che è nella botte piccola dove trovi il buon vino. In verità io sono qualcosa più di piccolina, qualcuno direbbe che sono un metro e niente, ma donna nana tutta tana e io piaccio e faccio tendenza. Così mi sono creata un look personalizzato, e il colore che preferisco indossare è il verde. Lo so che chi di verde si veste di sè troppo si fida, ma ho sempre pensato che,  come dice sempre mia mamma, chi non mi ama non mi merita.
Così con Antonio, tra alti e bassi, le cose sono andate avanti, che poi è inutile dire che se son rose fioriranno, con lui non fiorivano nemmeno le pratoline. Che poi le mie amiche me l’avevano detto che non filava dritto, che lui si prendeva le sue libertà. Allora ho preso a controllarlo. Dove ci sono le voci ci sono le noci, e così l’ho beccato con una spilungona di Forlì.
Quindi ho deciso: lontano dagli occhi lontano dal cuore e sono partita per una vacanza e sono andata ospite da parenti a Cesenatico. Era una noia perchè si era fuori stagione, ma magari niente spiaggia, ma almeno ho mangiato fino a scoppiare. Che poi a dirla tutta è vero che parenti serpenti perchè dopo qualche giorno me l’hanno fatto capire che l’ospite come il pesce puzza dopo tre giorni. Ma mio cugino Alfio, ha preso a portarmi in balera ogni sera, e poi si finiva sul lungomare a parlare in macchina fin quasi al mattino. Che poi a dirla tutta chi in famiglia non traffica in paradiso non naviga e con lui malgrado fosse di poche parole, si parlava proprio bene. Si fa presto a dire che che l’appetito vien mangiando, con lui mi era venuto una fame da lupi, che poi anche lui diceva: chi mangia torna, ma ad un certo punto me ne sono dovuta tornare a casa perchè ogni bel gioco, dura poco.
Alfio prima di partire mi ha detto, ma lo sai che se gallina vecchia fa buon brodo tu sei una giovane pollastra di allevamento. Sarà stato un complimento? Non lo so mica. Ma per carità adesso che sono tornata a casa mi faccio quattro conti. Mi cerco un ometto come si deve e mi sistemo. Spero solo che non sia un uomo troppo scontato, perchè odio la gente che parla senza costrutto, usando i soliti luoghi comuni. D’altra parte chi non risica non rosica ed io non voglio restare a bocca asciutta. Ma è chiaro che per me è impossibile restare al palo, perchè lo sapete vero che donna paffuta sempre piaciuta?

Annunci
  1. ma non era donna baffuta? 😀

  2. Cosa ti devo dire: forse era baffuta; fa nulla. A me piace paffuta. E mi piace anche un sacco perché c’è molto da amare. Certo che se lo sapevo di così tanto passato, ma… non è male con la botte piena e la moglie ubriaca.

    P.S. è riuscito meglio ancora di quanto credessi. E dire che dici che nons ai scrivere di fantasia.

  3. Concordo, ottimo lavoro!

  4. Troppo buoni è stato solo un gioco. E poi quando ci penso mi dimentico tutti i modi di dire, che rabbia.

  5. Perché non ammetti che forse… e che hai rinunciato troppo presto a troppi sogni. Scaverò la terra, la fino nel fondo… e cercherò di restituirteli. Perché era bella ma non solo bella per i miei occhi e così sei rimasta.

  6. Ser @Mario, scaverai la terra giù fino nel fondo, per coprirla d’ oro, ‘d’ oro e d’ argento’ ?
    Non basta !
    Parlale anche di un Re che morì perchè non la vide mai !
    Chissà ……

    • SerBruno, ti sei dissetanto all’acqua della nostra stessa chiara fontana eh? 🙂
      Comunque la traduzione italiana dice “d’oro e di luce” che per un certo verso vale di più dell’argento 😉
      Ma spiegami perchè non hai pure tu un blog? Mi piacerebbe sedermi invece che su un divano (come da LadyIfy) attorno ad una bella tavola rotonda. Si potrebbe parlare dell’amor cortese, delle donne schermo, dei cavalieri senza macchia e senza paura. Cavalieri erranti s’intende perchè di Cavalieri semplici già ne abbiamo le tasche piene.
      Ross

  7. Carissima Lady @Ross, con cui non di rado scambio pensieri, buona giornata .
    Nelle bellissime parole di Brel, scelgo “l’ argento” poichè è materiale che si deve scavare e questa è una fatica possibile a chi intenda aprire la terra, mentre la luce arriva dalle stelle, materialmente irraggiungibili ( tranne che con “le parole che tu capirai” ) per qualsiasi amante .
    Un mio Blog ? Per ora, non ne sento il bisogno, preferendo attraversare, mentre vado errando per lande solitarie, Blog altrui in cui brilli, come accade nel tuo ed in quello di Ser @Mario, o in quello di @Ifigenia ( ‘una e bina’ ) o in quelli di ‘pochissimi’ altri , più che narcisismi autoreferenziali o svolazzi infantili di immaturo egocentrismo ( quei blog che mi permetto di chiamare “vetrine opache di merci inutili” ! ), scintille di ‘dubbi esistenziali veri’, tracce visibili di umanità sincera, ineludibilità del confronto leale e della carezza dolce della memoria del passato .
    Come in un Viaggio, la cui meta sia il riappropriarsi, sempre possibile per ciascuno/ciascuna, “della parte migliore e più nobile” di noi, facendoci beffe della caducità della vita e della precarietà della carne .
    E rendere, come ha scritto un poetico Blogger, “la nostra vita un angolo acuto – che si apra sfacciato all’ infinito del Tempo – pur sapendo che oltre il presente non ci è possibile andare” !
    Ti abbraccio, se Ser @Mario me lo consente .

    • SerMario consente gli abbracci delle anime gentili e poetiche come la tua caro Cavaliere errante. 😉
      Almeno così credo, ma se lo vorrà, lo confermerà lui di sua specifica sponte.
      A presto
      Ross

      • La libertà non si conferma, al massimo la si toglie, essendo un diritto. Perché mi si dovrebbe chi9edere? Chi sono io? E perché fingere se sai che sei l’unica padrona di te stessa. Ci mancherebbe altro…

  8. Ed allora, ti abbraccio Lady @Ross, dopo le parole sincere di Ser @Mario !
    Dal quale non di rado apprendo una semplicità di vita e di sentimenti che condivido, che percepisco sinceri, che non rinunciano mai all’ emozione, che non si sottraggono mai, eludendo tuttavia il rimpianto vano, alla dolce carezza della Memoria .
    Tavole rotonde di Cavalieri ‘nobili’ e di Dame ‘coraggiose e gentili’ ?
    Non mancheranno, Amici miei, compagni graditissimi del mio Viaggio !

  9. Già non serve una tavola rotonda a cui sedere, basta accompagnarsi con piacere ed allegria al Viaggio che è nostro.
    Un sorriso
    Ross

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: