Mario

48) Meccanica celeste

In Un libro al giorno on 26 luglio 2010 at 8:16

La notte che ho messo incinta la mia donna Barack Obama è stato eletto quarantaquattresimo presidente degli Stati Uniti d’America. Il fatto è avvenuto poco dopo la mezzanotte, assai prima che la notizia fosse sicura, e se la relazione tra i due avvenimenti è naturale, è anche con assoluta certezza priva di alcun significato. È vero però che quella notte sembrava che il mondo intero palpitasse in un’atmosfera di trepidante attesa; persino noi avevamo eccezionalmente sintonizzato il televisore su una stazione che aveva in programma una vigilia elettorale con ospiti. Solo che la cosa si stava facendo lunga e noiosa.

Soluzione
Titolo: MECCANICA CELESTE
Autore: MAURIZIO MAGGIANI

storia: Una coppia. Il narratore e la sua compagna. Fanno l’amore la notte dell’elezione di Barack Obama a presidente e lei resta incinta. Siamo in quello che con affettuoso termine burocratico viene chiamato “il Nostro Distretto”, un’area geografica compresa fra il mare della Versilia, il profilo aguzzo delle Alpi Apuane e la severa sequenza di cime e valloni dell’Appennino tosco-emiliano. Nei nove mesi di attesa la meravigliosa pazienza della memoria fa sì che il futuro padre torni alla propria storia, e a tutte le storie che, quasi a custodia di un evento che non può consumarsi senza la benedizione del tempo, riaccendono la sostanza leggendaria della gente del Distretto. Continuità e chiave emotiva del romanzo la Duse, intrepida maestra elementare di pastori, suonatrice di tanghi nelle osterie della Garfagnana, custode del suo solo amore perduto, il giovane e bel soldato arrivato dal Brasile che è stato il padre del narratore. Intorno alla Duse, una ruota di personaggi: la Santarellina, orfana comprata a otto anni da una famiglia di contadini, friggitrice di patatine a Newcastle per vent’anni; l’Omo Nudo, tornato con i suoi due stracci dai campi di concentramento tedeschi e diventato macellatore illegale di maiali; l’Otello, iscrittore di lapidi funerarie in Argentina; don Gigliante, severo pastore d’anime e “sindacalista” radicale dei tecchiaioli; la staffetta partigiana Marta.

Annunci
  1. Questo autore non lo conoscevo, e mi sono andata a leggere le prime pagine di questo libro online. Bellissimo. Grazie per avermelo fatto conoscere. Non appena vengo il Italia il mese prossimo lo acquisto immediatamente 😉

  2. Anche questo testo è in classifica, tra i primi 30, se non ricordo male.
    lo leggerò anch’io.

  3. Questo è la ragione per cui ho iniziato il gioco. Creare interesse attorno ad un libro, anche se non sempre l’incipit riesce ad essere così invitante.
    Questo ha incuriosito anche me…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: