rossaurashani

Senza passione

In amore on 29 maggio 2010 at 16:07

Sergio le aveva sempre rimproverato di non esserci portata. Come se a fare sesso bisognasse averci l’indole. Forse un po’ era vero, non ne era sicura, ma più si guardava in giro e più vedeva donne determinate, ammiccanti, che sprizzavano quel certo non so che da tutti i pori. Quelle a letto dovevano essere delle bombe o almeno davano quell’impressione. Possibile che non fossero mai stanche, mai indisposte, che non si trovassero, ad essere svegliate nel pieno della notte, senza avere l’alito cattivo o le palle girate? Macchine per il sesso. Lei non lo era proprio e forse su questo Sergio aveva ragione.
Certo che, a pensarci bene, la loro storia non poteva che finire così. Non avevano gli stessi bioritmi e forse questo era solo un eufemismo, un semplice modo per dire che non si trovavano fisicamente e mentalmente. Lei ormai non aveva il bioritmo compatibile con niente se non, forse, con il lavoro e le incombenze di casa. Mica che amasse il lavoro e la casa, erano ormai delle abitudine. Intanto Sergio, che si disegnava come un uomo incapace di tradimenti e tutto di un pezzo, aveva trovato l’alternativa: una nuova donna. Certamente più giovane, più fresca, più disponibile. Carne nuova da frollare.
Lei non aveva cercato di sapere chi fosse, se l’era solo immaginata. Qualsiasi fosse l’amante che lui si era preso a lei non interessava, era il gesto che non aveva sopportato e per questo lo aveva lasciato andare senza troppe storie. Ma adesso , per lui, la porta era chiusa e per sempre. A pensarci bene avrebbe dovuto cacciarlo fuori dal suo letto prima, invece che giustificare in mille modi la sua improvvisa freddezza che non era diminuita neanche con tutti i volonterosi tentativi che aveva messo in atto. Poi si era detta: “E’ colpa tua, perchè non hai più entusiasmo e non sei più frizzante, come all’inizio.” Ma certo, lui mica si poneva la domanda se mancava in qualche cosa. Lui non si era mai posto nessun problema. Scema, perché lei, invece, l’aveva fatto e si era data la colpa di questo rapporto senza passione. Non sapeva perchè, malgrado i suoi precedenti rapporti poco incoraggianti, fosse convinta che la passione potesse essere qualcosa di più. Anzi molto di più. Non è che ci volesse un genio per rendersi conto che la passione andava coltivata e lui non aveva certo l’indole del giardiniere. Pochi gesti senza tenerezza e pazienza, poca attenzione per lei; per quella che a quel tempo era la sua donna. Queste mancanze non potevano che significare l’incapacità o la non volontà di amare. Per quanto pure lei, se lo ripeteva, su questo avesse investito veramente poco.
Non si leva sangue dalle rape. “Non c’e sesso senza amore”. Lo cantava anche Venditti e lei lo canticchiava a mezza voce. A parte tutto il tempo perduto in quel limbo, a parte i pochi ricordi lasciati indietro, lei guardava la sua nuova vecchia vita senza il peso di qualche rimpianto. Stava pensando che se nella sua vita si fosse potuta riscaldare attorno al fuoco dell’amore le sarebbe rinata la passione e magari, pure lei, avrebbe avuto nell’espressione quel certo non so che delle bombe sexy. Di una cosa era certa: ormai quell’uomo e i suoi stupidi messaggini telefonici, inviati sicuramente di nascosto della sua nuova fiamma, non vi facevano più parte.

Annunci
  1. Coltellata al cuore. 😉
    A me nel mezzo della notte non mi ci ha mai svegliato nessuno (a parte neonati strillanti).
    Purtroppo.

    • Se devo essere sincera meglio i neonati strillanti che i maschi non desiderati 😉
      comunque se invece fossero desiderati l’alito cattivo ci sarà sempre, magari ci si salva dal giramento di palle 🙂

  2. mah, il maschio che mi svegliava l’avrei desiderato anche, comunque dormo poco :). ribadisco l’adagio che che c’e’ chi ha il pane e non i denti e viceversa… 😉

  3. In realtà non mi è chiaro completamente questo discorso dei denti. I denti li tengo sempre, la notte, sul comodino. 😉
    Tornando al dotto tema qui disquisito vorrei farvi partecipi della mia esperienza. Giusto l’altra notte cioè nel cuore della notte ho svegliato la mia “Compagna” per un violento attacco di tosse. Non dirò qui la prima parola della sua risposta per pudore e dandosi che scrivo in un orario che possono leggere anche i bambini, ma riporto il seguito della frase che faceva preciso preciso: “vattele a prendere da te le tue venti maledette gocciette”. A parte il tono e forse una leggera allusione devo giungere alla conclusione che la mia suddetta “Compagna” non è poi così entusiasta che la svegli di notte. Veramente nemmeno di essere scocciata durante il giorno. Che ne pensate?
    😀

  4. mmm… ora ti smettere di fumare, Mario? 😀

    • Cara Martina non parlavo certamente dell’alito cattivo del partner perchè non so se sai ma, così si dice in terra terronis “L’uomo a’ da puzzà e la donna a’ da pulizià” 🙂
      Se devo essere sincera io preferisco tirar dritto e non svegliarmi alle tre di notte, ma se proprio proprio devo, che ci vuoi fare, mi adeguo 😉

  5. Scusate, ho sbagliato storia? Qui siamo protagonisti del racconto. Anche il mio era racconto. Un altro. Nessun riferimento autobiografico. O parliamo tutti per esperienza diretta? 😉
    A questo punto chiedo ancora a Ross: Ma che uomini hai conosciuto e che uomini frequrenti? In che mondo ti muovi? Donne che fingono. Passioni tiepide. Gelosie esasperate e corna. Maschi violenti. Quando ci racconti dei nani e del domatore? 😉
    (tra parentesi non mi riconosco in nessuno degli abitanti di questo universo, sia detto per inciso) Comunque non mi sveglio e non sveglio la notte. Già troppo stanco del giorno. La notte serve al “riposo del guerriero”. Certo, anche solo guerriero di fatiche intellettive. 😀

    • Va beh dai per ‘stvolta ti perdoniamo, solo perchè sei un guerriero intellettuale. Stiamo tutti parlando di storie ipotetiche ovviamente. Ma il tuo riferimento alla dentiera, mi ha fatto pensare, suppongo erroneamente che ti fossi sentito tirato in ballo 😀 😀 😀
      Per il fatto che alla notte non svegli nessuno, mi sa che perdi una grande occasione 😉
      Ma sei libero di essere formichina!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: