Mario

Spigone

In La leggerezza della gioventù, personale on 20 ottobre 2009 at 15:11

borgo

La loro casa è in cima ad un monte. C’era stata parecchie volte. Ha amato quel posto, fosse solo per il grande camino acceso nel salotto accogliente. Ma stavano quasi sempre in cucina. La grande stufa economica e l’acqua gelata del lavello. I vecchi mobili che da nessuna parte si usano più. Ad arrivarci è un’impresa. Difficile, anzi impossibile, senza una macchina che “tiri” in montagna. Mica solo quello. Per arrivarci bisogna avere una volontà di ferro. Loro sono i suoi migliori amici. Per molti anni i suoi primi confidenti. Loro sono quelli che nelle avversità sono venuti a prenderla sottobraccio e a portarla via. Un viaggio aiuta sempre. Rossana lo sa. Lo sanno anche loro. Questa volta però non c’era niente da cancellare. Anzi per la verità, questa volta doveva essere un bel ricordo da conservare gelosamente. Stavolta sarebbe stato un momento da condividere. Ogni volta che lei entrava nel bosco di Spigone le venivano alla mente i personaggi di Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli. Il maresciallo dei carabinieri Santovito e il suo immancabile sigaro. La sua fidanzata Raffaella. E gli altri, i gregari. Ma Spigone è un paese ancora più piccolo. Si trova nel luogo più che preciso, sull’appennino tosco-emiliano. Ma per strada non c’è nessuno, solo qualche cane che viene liberato dalla catena a ore. Strana anche la storia dei cani. Ce ne sono due che servono per la caccia. Non sono mai liberi contemporaneamente. Uno è libero al mattino mentre l’altro è a catena e si scambiano nel pomeriggio. Sono dei veri compagni di bisbocce. Se sono liberi contemporaneamente vanno per le montagne a caccia di cinghiali. Oppure vanno abbaiando per spaventare le prede altrui. Da soli o solo con la gioia di essere in due. Ma gente in giro non ce n’è. C’è la grande stalla trasformata in Locanda degli Asini. Ma anche quella e chiusa. Strano nome per una Locanda, ed è ancora più strano sapere che gli Asini sono i due gestori che recitano in una mini compagnia, di due elementi, e che si esibiscono sull’aia della stalla. Che strano mondo. Il tempo sembra non essere passato mai. Forse più che i libri di Guccini, a Rossana viene in mente Pinocchio di Collodi. Dalla vecchia casa esce dal camino il fumo della legna bruciata. Avviso di tepore dentro e dell’ora del desinare che si avvicina. Oggi gnocco fritto e salumi assieme ad un Lambruscone che è una poesia. Rossana e Michele stanno sulla porta. Guardano i vecchi muri semidiroccati delle case, i tetti muschiati, la strada di selciato costellato di erba ancora verde. Tra i cespugli i colori vividi di un pavone che razzola lanciando al cielo il suo verso acuto ed inutile. Il sole sonnecchia tra le nuvole e le foglie variegate di questo autunno precipitato in un freddo troppo improvviso. Lei e lui si guardano. Che strana sensazione. Per lui sarebbe la prima volta eppure… sembra incredibile, stanno vivendo come in un ricordo. La sensazione è che, malgrado tutto il tempo che si sono aspettati, malgrado la distanza, le altre vite vissute uno senza l’altro, era questo il posto giusto e il giusto epilogo a cui tutto li doveva portare. Michele sorride. “Questo posto mi piace proprio.” Rossana gli posa un bacio sulla guancia. Alla pelle si mescola l’odore di bruciato del fuoco da poco acceso. Non è triste l’autunno della vita se era tutto quello che avevano aspettato e sognato.

Annunci
  1. 🙂

    che bello.
    è… pacifico.

  2. La prosa scorre come l’acqua dell’Elsa. Il paesaggio invita a silenzi pieni. C’è questa dolcezza che è la dolcezza di chi scrive. Una leggera spruzzata di zucchero. Un abbraccio romantico all’imbrunire. Se non è reale è estremamente realistico. E un po’ di romanticismo non ha mai fatto del male.

  3. Puoi dirlo forte, cosa c’è di meglio che la relizzazione di un sogno?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: