Mario

Nina ti te ricordi

In musica on 4 febbraio 2009 at 10:16

Questa sera propongo questo video di due voci storiche, ma che con Venezia hanno ben poco a che fare.
Nel video ci sono foto d’altri tempi, anche queste non hanno nulla a che fare con una canzone composta negli anni ’60  e cantata in un dialetto che con quei luoghi non ha molto a che vedere.
Nella canzone c’è l”immagine  di una Venezia popolare e povera che fa contrasto con le ricchezze dei palazzi sul Canal Grande e delle chiese marmoree , ma anche questa è una parte nascosta della realtà  di una città che  rimane viva e  grande anche o forse proprio per questo.
Venezia  non è solo Piazza S.Marco, colombi che volano, cartoline, maschere e vetro di Murano, non è solo l’immagine stereotipata e patinata che conosciamo che ci conduce a pensare  qui vi alberghi ogni giorno una festa, tra  carnevali, mostre del cinema e ricchi foyer. Venezia è la città nascosta dei portuali, degli operai, dei panettieri, degli ospedalieri, della gente minima che rende possibile e facile la ricchezza altrui. Donne delle pulizie, donne al mercato, insegnanti e camerieri, gente nascosta che non si vede e ai quali non si pensa mai.
Basta girare per le strade al mattino quando è ancora buio, la città è sveglia e si muove, non rumorosa ma viva. E’ a questa umanità che dedico questa vecchia canzone, un’umanità che vagola tra le difficoltà di tutti i giorni  e le possibili soluzioni, gente che viene sempre ricacciata in fondo e nessuno lo sa. Gente che fa la storia interiore di questo luogo e che nessuno ricorda mai.

Annunci
  1. Venezia è una città che non conosco.
    Ci sono stato tre volte. Sempre per brevi momenti.
    Mi aveva fatto l’impressione si una città morta
    La scorsa settimana, ti dicevo ho visto un piccolo pezzetto di un Venezia che vive e che resiste.
    E tu me lo confermi anche qui.
    Ho deciso di ritornare a Venezia.

  2. Credo che farai bene e se posso indicarti quali sono le cose da non fare e magari solo in parte quelle che te la farebbero piacere molto allora dimmelo, forse la Venezia alternativa…….. 😉

  3. OK. allora affare fatto . Quando ritorno ti chiamo in soccorso!
    🙂

  4. Ross, la “tua” Venezia è senz’altro la più bella. La prossima volta che vi ritornerò ti contatterò senz’altro, perché è quella che voglio visitare.
    Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: