rossaurashani

Autoritratto – La leggerezza della gioventù.

In Gruppo di scrittura, Libri on 6 luglio 2008 at 11:19

9 luglio 1994

“Territorio disorganico, a macchia di leopardo.” Così mi definirebbe l’urbanista se solo mi trasformassi in un grande terreno.

Paludi acquitrinose, mille vuoti incolmabili, picchi rocciosi, impervi, irraggiungibili, ma anche zone lacustri e acque dolci, parco di giochi sereni e grida di bambini. Chiostri ombrosi e sacre cattedrali le cui guglie salgono fino al cielo. Pulsano qua e là zone vaste di industrie ma poi penisole frastagliate penetrano il mare, salsedine e fruscii. Quindi gli echi sinistri di altopiani inesplorati, fitte nebbie, grigie, ombre, vortici ventosi, ma anche vivide città festose, paesetti sereni e illuminati a presepe, rapide e cascatelle sottili. In alto su, a nord, una rampa di lancio da cui comodamente si può spiccare il volo.

Ma pur sempre un leopardo è questo territorio che misura a passi ossessivi la gabbia trasparente che gli è concessa la spirale che disgrega, lo soffoca e lo fa annaspare. Su e giù per il recinto e poi ancora e ancora. Non si dà pace. Non si capacita di tanta difformità. Non si da tregua.

Difende e si difende, accarezza, ama e riconosce d’istinto le benefiche carezze, anche lontane, i pronti segnali di aiuto. A volte si confonde, digrigna i denti, inarca la schiena. Affonta il collo tra le spalle protendendo il muso. Guarda con occhi sgranati chi sta fuori. Potrebbe mille volte aver tagliato a vista tutti i pali e le reti del suo orizzonte e uscire.

“Posizione di guardia”, mai un abbandono.

E allora, strana forma di animale, insostituibile e unico per qualcuno, nasconde il muso nell’angolo più buio della gabbia, quando il pianto le dà sembianze umane pur deturpando quell’espressione altera e bella di cui, da sempre, si è sentita fiera.

Tratto da Disegni a matita di Rita Bacceghin – Editoria Universitaria Venezia

Annunci
  1. Ross ti ho finalmente trovato, qui in questo affascinante blog tutto da leggere… e continuerò a leggere, a leggere, a leggere 😉

  2. Credo che un po’ tutti siamo paludi e picchi, laghi placidi e mari tempestosi, notti e giorni. Il difficile è godere di queste nostre incredibili diversità (a volte istantanee) senza smarrire il senso del cammino.

    ^_^

    C.

  3. non potevo resistere dal farti una visitina. E so già che sarà solo la prima, perché mi sono subito sciolta nelle tue parole ^__^
    A macchia di leopardo e inquieta, forse non armonica, ma disorganica no questa terra: organica e vivissima, nei respiri e nell’energia

  4. @Martina

    I tuoi giudizi mi faranno un gran piacere. Grazie

    @ Carlo

    Autoritratto e un racconto di una mia amica. Riassumendo era una donna bellissima, sensibile e colta. Il suo dramma: la depressione. Ora è la caricatura di una donna. Cerca di adeguarsi, ma non lo è mai. Tremo per lei perchè non conosco questa terribile malattia, ma ne ho capito il potere e mi spaventa da morire.
    Il territorio che descrive però è molto simile al nostro,di diverso noi sappiamo anche godere delle diversità e se perdiamo il cammino sappiamo ritrovare la strada…. a lei questo è negato.
    😦

    @ Viviana

    Mi fa piacere la tua visita, così ho potuto entrare anche nel tuo blog che mi ha già preso. Metterò il link tra quelli che voglio visitare abitualmente.
    Grazie per i complimenti, ma Autoritratto come ho detto sopra non è opera mia, anche se in alcune cose mi riconosco. Ma questo caso è un caso davvero difficile da comprendere o forse lo è solo per me che non sarò mai (almeno spero) malata di depressione.
    Comunque ogni vostra riflessione mi aiuta a fare un passo avanti per capire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: